martedì 12 aprile 2011

IUTA A GO GO

Qualche tempo fa, non ricordo più nemmeno quando, nel mio supermercato abituale ho scovato un sacchetto di iuta contenente patate. Una comoda borsina già pronta.
Dopo il mio solito luuuuuuuuungo periodo di riflessione, assalita dalla smania creativa l'ho reso più fru fru e fescion. Qualche fiore in pelle fustellato con la Big shot, bottoni recuperati dalla scatola magica, fodera fatta con una stoffa proveniente da non so dove, e una passamaneria comprata alla fiera di Bologna (quella di novembre scorso, però...)
Dal mio ottico ho scovato invece una sportina pubblicitaria, piena di scritte e ...Barbapapà.
Me ne sono fatta regalare una, nonostante lo sguardo incredulo: "Ma la vuoi veramente?!" Avevo del resto comprato a Bologna (alla fiera di aprile quella verde e quella rosa, a novembre la marrone) una kilometrata di passamaneria. Non avevo saputo resistere alla promozione 4 ruotone intere a ben 5 euri.
E, grazie anche al corso di taglio e cucito da poco terminato (durante il quale mi sono confezionata ben 3 gonne 3) che mi ha permesso di andare un pò più dritta con la macchina da cucire, ho coperto tutte le scritte. Fodera interna fatta con un pezzo di una mia vecchia camicia e bordino di passamaneria comprato sempre a ettometrate a Bologna  a 3 euro, tutto, of course.

Ecco le mie sportine stese sul balcone lato monti.

P.S.: Non so se si è capito, ma anche quest'anno sono stata a Bologna alla fiera, anche questa volta con pulmino di donne vocianti. Una cosa è sicura: la prossima volta, invece di andare di venerdì quando c'è poca gente, quando si può comprare con calma e spendere lo spendibile, andrò di domenica, quando muri umani di donne mi impediranno di vedere qualunque stand e il mio portafoglio rimarrà inutilizzato nella tasca...

20 commenti:

  1. bellissime le sportine con lo sfondo del cielo terso e sereno di una bella giornata di primavera...estiva!!
    baci e fusa
    Paty

    RispondiElimina
  2. vicine, vicine sono ancora più belle!! e quello che hai comprato stavolta quando ce lo fai vedere? a novembre...;°P
    bacioni rac

    RispondiElimina
  3. Deliziosamente fru fru!, ammetto di essermi innamorata della seconda nominata.. la trovo bella e suuuper fescion.
    Un bacione cara la mia Paoletta!.
    :***

    RispondiElimina
  4. che splendide passamanerie!
    mi piace come hai saputo valorizzarle...voto la borsa 2

    ciao

    RispondiElimina
  5. La iuta è materiale versatile e intrigante....
    perfetto per il rustico,
    fashion se inserito in motivi di seta o organza,
    assolutamente da non mancare per sporte, sportine borse e borsette......
    avrai ben capito che mi piace un "sacco".....
    tanto per rimanere in tema.
    Le sporte sono veramente carine.
    Le passamanerie mi fanno pensare al Tirolo.....
    la foto con il paesaggio montano quasi quasi ci sta.
    Baciotto e buona giornata

    RispondiElimina
  6. La juta è un materiale fantastico, lo si può usare il mille modi: io l'ho dipinto, ci ho fatto borse e usato anche come filato.Complimenti, le tue borse sono carinissime

    RispondiElimina
  7. Ma che trasformista che sei... dovresti tornare dall'ottico e fargli vedere che meraviglia è uscita dalla sua sportina... :D
    Belle proprio belle!
    Peccato non sia riuscita a venire a Bologna... potevamo fare incetta di nastri e passamanerie insieme!! ;o))
    Un bacione
    Elisa

    RispondiElimina
  8. Hai impiegato quei favolosi nastri in maniera eccellente!
    Le tue originali e sciccosissime sportine saranno invidiatissime! :)

    RispondiElimina
  9. bellissime !!complimenti! mi piace soprattutto quella con i nastri...è un abella idea! ciao da fata pinella

    RispondiElimina
  10. Adoro il riciclo e queste due sportine sono davvero magnifiche !
    Davvero bravissima

    RispondiElimina
  11. meravigliose!...ci voglio andare anche io alla fiera di bolognaaaa!!!^_^

    RispondiElimina
  12. Ahahahah, sono morta dal ridere pensando a te dietro ai muri umani... ma nemmeno le cannonate ti terrebbero lontana dai banchi a chi la vuoi dare a bere???
    la sportina preferita è la seconda!

    RispondiElimina
  13. Vedo che le spille hanno preso il sopravvento, regalando al tuo blog freschezza e colore: una più bella dell'altra, come le borse di iuta, mi piace da impazzire la seconda.
    Un abbraccio affettuoso
    Rosi

    RispondiElimina
  14. Di lunedì, Perlina, la prossima volta andiamo di lunedi!
    Al massimo potremo frugare nell'immondizia alla ricerca di 10 cm di nastro buttato via, di una perlozza rotolata in un angolo nello smontare gli stands...
    Bellocce assai le totes!

    RispondiElimina
  15. Non ho resistito dal venire a portarti di persona il mio abbraccio... E che ti vedo? Metrate di passamaneria, che meraviglie, e tu sei davvero la regina del riciclo eccessivamente creativo, ricco e grondante di ogni ben di dio! Un gran bel vedere!
    Un grande abbraccio, Cathy

    RispondiElimina
  16. Cosa non si può fare con la iuta??? queste però non le avevo mai viste prime. Sono uniche!!!! Mi piace.

    RispondiElimina
  17. ma sono bellissime!
    io al solito arrivo col trenino della ghiaia.leggo tutti i post in differita di settimane,ma diligentemente,uno dopo l'altro in ordine di comparizione.mi sa che domani vado a vedere anche il mio fruttarolo mi regala 2 sacchi di patate vuoti.se questo è il risultato,vale la pena tentare!
    invidia per bologna e per il corso di cucito.
    a figliolo un pò più grande magari mi lancio pure io!

    RispondiElimina