mercoledì 10 marzo 2010

Riciclation

Odio buttare. E questo sia per una coscienza ecologica innata, sia per il senso del dovere o pittosto dei rimorsi di coscienza che mi hanno inculcato i miei genitori al grido di battaglia "Non si butta via niente".

E allora, dopo aver tollerato per anni un portafoto francamente orribile di mia figlia (peraltro mai usato) dove da un lato c'era una inquietante testa di scimmia imbottita, ho finalmente deciso di buttarlo.
Ma onestamente mi rimordeva la coscienza. E poi mi si è accesa una lampadina! Sono o non sono io la collezionatrice folle di carte fedeltà, tessere sconto, nonchè portatrice sana di tessere sanitarie, carta di credito, bancomat, poste pay, etc. etc.?

 Nonostante mi fossi regalata qualche tempo fa un portacarte già del tutto riempito, mi è venuto in mente di farmene uno nuovo, utilizzando appunto parte del mostruoso portafoto peluscioso. Avevo o non avevo già comprato e mai utilizzato l'Hydrofee? Avevo o non avevo tonnellate di stoffine e fili colorati? E allora via all'esperimento.
E allora ho ritagliato qualche cuoricino qua e là in una stoffina che ho usato anche per foderare l'interno, ho cucito qualche filo pelosetto e pomponoso come piace a me


e poi all'interno ho cucito al centro i fogli portafoto che avevo recuperato
Ho tagliato poi i bordi esterni sigillati  e ho ottenuto un nuovo portacarte di credito, tessere, biglietti da visita, etc.

Si ringraziano per la partecipazione il terribile portafoto di Camilla, fili vari pelosini, stoffa veramente vintage proveniente da un carinissimo scamiciato Laura Biagiotti di quando mia nipote aveva 3 o 4 anni (adesso ne ha 20), passato poi a Camilla (che adesso di anni ne ha 11) dopo essere stato rimodellato un pò da mia madre e poi finito nel mio caotico sacco delle stoffe che non si sa mai possono servire perchè sono belle e non si butta via niente!

P.S. la foto d'insieme all'interno non la posso far vedere perchè confesso di non aver centrato bene la cucitura, per cui le due metà non hanno esattamente la stessa dimensione. La prossima volta starò più attenta,

28 commenti:

  1. esperimento riuscitissimo.come un 'eroina super-craft hai sconfitto un'oggettaccio che inquinava la tua, come le nostre case.
    quando vedo tutte quelle cineserie orripilanti,ucciderei prima che le compra, e poi chi le fa!!
    ciao rac

    RispondiElimina
  2. Ma questo è un vero Art Attack che ti è venuto.
    Complimenti !!
    Sembra, visto da fuori, uno di quegli art journal che vanno tanto di moda.
    Bravissima.

    Un abbraccio.

    Luisa

    RispondiElimina
  3. Evviva il riciclo!
    Si si si!
    Io già so come morirò, con perline fili e cose di ogni genere che mi usciranno pure dalle recchie!
    Bellissima idea!
    Perline e Bottoni Rulez!

    Bacini :-)
    Muaini :-)

    Sara.

    RispondiElimina
  4. ehehe divertente questo post... il porta tessere è davvero un tripudio di filati e colori, te lo invidieranno subito alla cassa del supermercato o allo sportello della banca o delle poste ;)
    non hai avuto il coraggio di farci vedere lo scimmione eh hihihihi :D
    un bacione

    RispondiElimina
  5. Come ti capisco, anch'io ho il mantra del "nonsibuttavianientechenonsisamai", ma quando ci vuole ci vuole...tu però sei stata bravissima a salvare il salvabile. Mi piace molto questo riciclo.
    :)
    valeria

    RispondiElimina
  6. WOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOW !!!
    Ma NON BUTTARE MAI se questi sono i risultati!
    Bellissimo :-))
    Cristina

    RispondiElimina
  7. ma dai, che bello. è da vedere. ci prendiamo un caffettino in un posto decente stavolta e facciamo proprio due chiacchiere da comari...
    tu porti il tuo scrapposo portatessere e io... bho, poi vedo.
    baciotti

    RispondiElimina
  8. Molto bello e colorato!!!
    WWW il recupero!!!
    Ah!!!!!
    Come si farebbe senza!!!

    RispondiElimina
  9. hai fatto benissimo a non buttarlo!! guarda cosa ne hai fatto??? una meraviglia!!! mi piacciono tutte quelle stoffine e nastri sulla copertina... anche io voglio provare l'hydrofree!!!

    notte eli

    RispondiElimina
  10. MA-QUANTO-TE-STAI-A-DIVERTI'-
    a metà tra la domanda e l'affermazione.
    fantastico il portadocumenti!

    RispondiElimina
  11. bello bello bello!!! mi piace assai e mi viene voglia di comprare l'hydro free... ma forse è meglio di no!!! baciooo

    RispondiElimina
  12. Complimenti per l'idea creativa! :)

    RispondiElimina
  13. E brava Paoletta, il risultato è favoloso, quanto m'incuriosisce sto benedetto hydrofree (l'avrò scritto giusto? Bah..).
    Smack!

    RispondiElimina
  14. Come dicevo ieri ad una signora mentre eravamo entrambe in estasi davanti ad uno scaffale di bellissime ( e costosissime) stoffine norvegesi: a creare con le stoffine stupende comprate ad hoc spendendo uno scoppio, son brave tutte; a fare qualcosa di piacevole con quello che si ha in casa, magari comprato anni e mode fà, magari riciclato da altri oggetti ed usi, si vede la vera creativa!
    E brava Perlina!
    DaniVS

    RispondiElimina
  15. Sarai contentissima!!! E' venuto benissimo, brava!!!
    Ciao, baci-baci, elena :-)

    RispondiElimina
  16. Brava! E' perfetto, anche con le cuciture asimmetriche

    RispondiElimina
  17. Cavoli è favoloso... colorato, allegro e pelosetto! Eco-frendly per di più!

    Bravissima, io sono prossima alla trasformazione dell'orribile lampadario di camera mia: speriamo bene!
    Baciuz e bacioz!

    RispondiElimina
  18. Stupendo davvero una bellissima idea....presto appena riusciamo a prendere confidenza con il nostro nuovo blog...posteremo tutte le nostre scoperte nella rete.....
    grande
    straz

    RispondiElimina
  19. Beh, esperimento riuscitissimo e di grandissimo effetto, mi piace da matti!
    Adesso sto iniziando anche io a tenere da parte pezzi di stoffa, ma ho litigato con la mia nuovissima macchina da cucire e non ci parliamo più..... :(
    (diciamo piuttosto che non riesco a fare il rocchetto)........................

    RispondiElimina
  20. brava..ecco cosa stavi facendo ieri pomeriggio!!
    esperimento riuscto ora potresti passare a riciclare tutto ciò che hai!!
    ti abbraccio forte e a presto per un caffè all'aperto!
    roberta

    RispondiElimina
  21. Bel riciclo craftoso!!! Ottimo risultato, ciao
    taced

    RispondiElimina
  22. è venuto bellissimo, altro chè il solito riciclo, è un veri riciclo artistico!

    RispondiElimina
  23. non so bene come funzioni,ma penso di dover fare un post al riguardo con documentazione fotografica.domani mi metto all'opera.intanto ti anticipo che è arrivata la primavera.è ufficiale.è finito l'inverno,ho accartocciato per benino tutti i nomi di chi ha partecipato al candy,e la manina santa e bollente del sorcio ha pesacato un bigliettino,dove mamma aveva scritto:paola/perline e bottoni.
    mandami l'indirizzo,così posso spedirti il tuo regalo!
    un abbraccio forte forte.

    RispondiElimina
  24. segno del destino?la parola di verifica era "conato".......semplicemente perfetta per oggi!

    RispondiElimina
  25. Ciao e tanti complimenti per la tua creatività!
    Ti scrivo per darti una notizia che potrebbe interessarti: su Giallo Zafferano è aperta una raccolta di uova decorate, le uova non devono essere necessariamente commestibili. Per questo sto invitando blog come il tuo, così pieno di creatività a partecipare.
    Alla fine della raccolta che terminerà il giorno 11 Aprile 2010 raccoglieremo tutte le decorazioni pervenute in un bellissimo pdf scaricabile gratuitamente, ovviamente verranno messi, per ogni creazione, il nome dell’autore ed il link del blog.
    Se ti va di partecipare, questo è il nostro link: http://forum.giallozafferano.it/non-si-rompono-le-uova-nel-paniere-si-decorano/
    Per ogni dubbio, chiarimento, richiesta e quant’altro, scrivimi pure martinaspinaci@gmail.com
    Un caro saluto
    Martina

    RispondiElimina